Dell reimposta le password di tutti i suoi clienti .

E anche Dell cade !

Il 9 novembre scorso , dopo essersi resi conto che era in atto un accesso non autorizzato che mirava ad informazioni sui client, Dell dopo aver sventato la minaccia, ha fatto resettare tutte le password dei suoi clienti. Ma Dell lo ha fatto il 14 novembre circa cinque giorni dopo aver scoperto il tentativo di hacking del 9 novembre, il che significa che i clienti erano potenzialmente lasciati all’oscuro del rischio per i loro dati personali. Sempre trasparenza Zero !

Dell fa resettare tutte le password ai propri clienti
Dell fa resettare tutte le password ai propri clienti

Ascolta l’articolo

 

L’azienda ha dichiarato che : “Le informazioni sulla carta di credito e altre informazioni sensibili sui clienti non sono state prese di mira. L’incidente non ha avuto alcun impatto sui prodotti o servizi Dell” e “Dopo aver rilevato il tentativo di estrazione, Dell ha immediatamente implementato le contromisure e ha avviato un’indagine. Dell ha inoltre incaricato una società di digital forensics di condurre un’indagine indipendente e ha avvisato le forze dell’ordine”, ha dichiarato l’azienda. Aggiorneremo questa storia non appena saranno disponibili ulteriori informazioni”.

Dell non ha fatto alcuna comunicazione per quanto riguarda le metodiche di attacco e se hanno registrato , con i loro sistemi di sicurezza, informazioni tali da poter risalire all’area geografica da dove si stava tentanto di rubare informazioni.

Inoltre Dell, attraverso il proprio sito ufficiale, offre suggerimenti per cambiare la password. Dell suggerisce agli utenti di utilizzare una password con almeno 8 caratteri con una combinazione di maiuscole, minuscole e numeri. I clienti non dovrebbero usare parole che possono essere associate al loro nome.

Dell reimposta le password di tutti i suoi clienti

Dell chiede inoltre ai clienti di cambiare le password anche su altri siti qualora fosse una password “unica” ! Mentre Dell ha reimpostato la password del cliente per invalidarla, se gli hacker sono riusciti ad ottenere i dati, potrebbero teoricamente provare combinazioni di e-mail e password su altri siti popolari. Molti utenti riutilizzano le password sui diversi “siti” invece di utilizzare password uniche.