Quante informazioni lasciamo in giro sulla rete ? Tante !

Il Grande Fratello

Ogni singolo giorno , collezionando i dati che gli utenti della Rete lasciano in giro,  il Grandre Fratello acquisisce in byte il numero 32 seguito da diciannove zeri. Non so che numero sia e come si pronuncia, ma e’ tantissimo ! 320.000.000.000.000.000.000

Noi siamo come tanti piccoli Pollicino che lasciano lungo la strada non briciole di pane ma informazioni personali e non.

Le informazioni relative alle nostre preferenze, ai nostri modelli di ricerca, alle nostre passioni e alle nostre relazioni con gli altri sono raccolte da una varietà di aziende, compresi i social network e i motori di ricerca. Dato che quasi tutto ciò che fai viene in qualche modo monitorato, è normale sentirsi esposti e un po’ sopraffatti dalla prospettiva che tutto ciò che fai venga messo al microscopio.  La mole dei dati raccolti sta crescendo in maniera esponenziale grazie soprattutto a tutti quelle chicche elettroniche che vengono definite smart. Smart-Tv , Smart-car , Smart-frigo , Smart-forno ,Smart-wc e tante altre !

orwell 1984
Orwell 1984 – No privacy



Una parola sulla privacy

Dovrei essere assolutamente chiaro dicendo che è quasi impossibile eliminare completamente la raccolta di dati finché si dispone di un account su Internet . È possibile ridurre al minimo la quantità di dati raccolti. Se siete presenti su internet dovrete convivere con l’idea che molto probabilmente non avrete il controllo totale delle vostre informazioni. Ad esempio, se si dispone di un account di posta elettronica, tale e-mail finirà per essere associata ad altri account che si fanno sul web. I dati saranno direttamente legati a quell’e-mail e con un numero sufficiente di ricerche nei database, è interamente possibile determinare molte cose su di te, come le tue preferenze di prodotto e ciò che probabilmente cercherai in futuro in base alla tua storia.

Cookie di monitoraggio

I cookie sono un ottimo modo per tenere traccia di chi si connette a un server web. Potete immaginare quanto questo sia utile per differenziare gli account e ricordare le preferenze personali anche per le persone che non hanno un account. Il fatto è che i cookie sono anche un ottimo modo per tracciare la vostra attività al di fuori di un sito web. Il tracciamento dei cookie, come vengono chiamati, consente a un sito web di accedere alle statistiche di ricerca e navigazione, consentendo loro di fornire esperienze ancora più personalizzate. Facebook e Google lo fanno molto per soddisfare le preferenze pubblicitarie (ad esempio, se si naviga su molti siti di utensili elettrici, si possono vedere molte pubblicità di utensili elettrici).

Se non vi sentite a vostro agio con queste informazioni così intime che circolano su di voi, dovreste cancellare spesso i cookie. Questo funziona particolarmente bene se usi Facebook dal tuo browser invece di usare l’applicazione ufficiale. Per automatizzare la cancellazione dei cookie, è possibile utilizzare la modalità privata (o Incognito) nel browser. Quando è chiusa, l’intera cache e tutti i cookie saranno cancellati.

Limitazione degli annunci per cellulari

La cronologia di navigazione è ancora accessibile alle applicazioni del telefono. Non è un segreto che le applicazioni mobili hanno accesso diretto e intimo al traffico internet del telefono. Anche se non c’è nulla che tu possa fare per eliminare completamente la raccolta di dati dalle applicazioni, oltre a disinstallarle, puoi almeno impedire loro di raccogliere quei dati per la pubblicità. Prometto di scrivere qualcosa sull’argomento.

Google 

Google è diventato un colosso nella fornitura di servizi, prodotti e delle applicazioni tecnologiche. I suoi prodotti sono composti da quasi 3.1 miliardi di linee di codice e l’azienda ha probabilmente la più grande singola infrastruttura di memorizzazione e acquisizione dati al mondo. Se si utilizza Android, non c’è modo di sfuggire alla raccolta dati di Google, poiché il sistema operativo stesso è scritto e distribuito dall’azienda. In iOS, si sta semplicemente passando da Google a Apple e in molti casi, si danno i dati a entrambi.

Ma anche in questo caso, l’idea è quella di ridurre al minimo la quantità di dati che invii. Uno dei modi per farlo è quello di utilizzare DuckDuckGo come fornitore di ricerca predefinito nel browser. E’ l’unica cosa che potete limitare, solo le ricerche, tutto il resto Google lo sa !



Dove sei e con chi

Gli smartphone sono estremamente bravi nel seguire le tue abitudini quotidiane, dal percorso che prendi di solito durante una corsa mattutina al ristorante dove mangi più frequentemente. Il monitoraggio della posizione aiuta le aziende a determinare quali luoghi sono più rilevanti per voi e se desiderate vedere annunci pubblicitari con offerte speciali da quelle località. Se siete preoccupati per la privacy dei dati, questa dovrebbe essere una delle prime cose che dovete eliminare. È possibile iniziare disattivando l’antenna GPS. Ma il telefono può ancora inviare dati sulle reti Wi-Fi a cui ci si connette, che possono comunque aiutare le applicazioni a tracciare la propria posizione. E qui ci sarebbe tantissimo da scrivere !

Se sei nella  rete non puoi fuggire. Non esiste la privacy assoluta !