Integrated Network Electronic Warfare : Esercito Popolare di Liberazione

Come si evolve la guerra

Esercito Popolare di Liberazione -Integrated Network Electronic Warfare
Esercito Popolare di Liberazione

I cinesi hanno adottato una strategia formale di IW chiamata “Integrated Network Electronic Warfare” (INEW) che consolida la missione offensiva sia per Computer Network Attack (CNA) che per l’attacco alla rete informatica (CNA) e Guerra Elettronica (EW).

Sulla scia delle dimostrazioni russe di avanzate capacità di disturbo dello spettro elettromagnetico e delle communicazioni, recentemente mostrate nella loro incursione in Ucraina, anche la Cina sta aumentando il suo gioco in questo spazio, dimostrando capacità simili nel Pacifico.

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, in un rapporto annuale al Congresso sugli sviluppi militari e di sicurezza della Cina, ha valutato che il paese sta dando maggiore importanza all’EW, alla pari con i tradizionali settori di guerra come quello aereo, terrestre e marittimo.

 



 

Integrated Network Electronic Warfare

Con il nuovo concetto di guerra informatica (Information Warfare Operations  -CNO) la Cina sta creandole strategie , gli strumenti e  personale altamente addestrato necessari per utilizzarlo a sostegno delle discipline belliche tradizionali.  Tuttavia, il PLA (The People’s Liberation Army ) non ha pubblicato apertamente una strategia CNO con il controllo formale della Commissione Militare Centrale (CMC)  il principale organo decisionale militare cinese o dell’Accademia delle Scienze Militari (AMS), il suo organo leader per lo sviluppo della dottrina e della strategia.

Il PLA ha comunque sviluppato una strategia denominata “Integrated Network Electronic Warfare” che guida l’impiego del CNO e dei relativi strumenti di guerra informatica. La strategia è caratterizzata dall’impiego combinato di strumenti di guerra in rete e di armi da guerra elettronica contro i sistemi informativi di un avversario nelle prime fasi di un conflitto.

Man mano che la capacità di attacco informatico della Cina e di  altre superpotenze, diventa più chiara, è necessario riconoscere la vulnerabilità delle infrastrutture informatiche di sicurezza nazionale e delle reti di informazione commerciale, finanziaria ed energetica. Dobbiamo pertanto avviare le azioni necessarie per mitigare la minaccia. La minaccia è globale e l’intera industria informatica ha bisogno di lavorare insieme per migliorare la sicurezza delle reti informatiche ed ad affrontare attacchi cibernetici.

La prossima guerra si combatterà a colpi di bit !