Il Principio di Kerckhoffs: Quando la passione diventa arte.

Kerckhoffs

Il Principio di Kerckhoffs afferma che la sicurezza di un sistema criptoscopico deve risiedere solo nella scelta delle sue chiavi; tutto il resto (compreso l’algoritmo stesso) deve essere considerato di dominio pubblico; il Dr. August Kerckhoffs, linguista olandese formatosi all’Università di Liegi, è diventato professore all’École des Hautes Études Commerciales di Parigi, dove ha insegnato tedesco. Era anche un appassionato sostenitore del volapük, una lingua costruita. Il suo forte interesse per la crittografia lo portò a pubblicare due articoli intitolati La Cryptograptographie Militaire (“Crittografia militare”) in cui esaminava lo stato dell’arte della crittografia e proponeva sei principi fondamentali per ogni sistema crittografico, oltre a regole del pollice e consigli pratici generali. All’epoca, l’obiettivo principale dei crittografi era quello di creare un sistema telegrafico sicuro.

 

Enigma
Enigma



Il Principio di Kerckhoffs

In un sistema crittografico è importante tener segreta la chiave, non l’algoritmo di crittazione.”

In altre parole questo principio afferma che un crittosistema deve essere sicuro anche se il suo funzionamento è di pubblico dominio, con l’eccezione della chiave.

Ci sono inoltre altri principi che Kerckhoff stilò per sviluppare il sistema di cifratura perfetto:

  1. Il sistema deve essere praticamente, se non matematicamente, indecifrabile.
  2. Questo non deve essere segreto, dev’essere in grado di cadere nelle mani del nemico senza inconvenienti.
  3. La sua chiave deve essere comunicabile senza l’aiuto di note scritte, e modificabile o modificabili a piacimento dei corrispondenti.
  4. Deve essere applicabile alla corrispondenza telegrafica.
  5. Deve essere portatile e il suo utilizzo e uso non deve richiedere il concorso di più persone.
  6. È necessario che la sua applicazione sia facile da usare e che non richieda la conoscenza e l’uso di una lunga serie di regole.

Il principio di Kerckhoffs viene applicato praticamente in tutti gli algoritmi di crittografia contemporanei (DES, AES, AES, ecc.). Questi algoritmi sono considerati sicuri e sono oggetto di un’indagine approfondita. La sicurezza del messaggio crittografato dipende esclusivamente dalla sicurezza della chiave di crittografia segreta (la sua qualità).

Mantenere segreti gli algoritmi può costituire una barriera significativa alla crittoanalisi, ma solo se tali algoritmi sono utilizzati in un cerchio strettamente limitato, che protegge l’algoritmo dalla rivelazione. La maggior parte delle cifre governative sono tenute segrete. Gli algoritmi di crittografia commerciale, immessi sul mercato, sono stati per lo più interrotti abbastanza rapidamente.

Il principio di Kerckhoffs è stato riformulato (forse indipendentemente) da Claude Shannon come “Il nemico conosce il sistema”. In quella forma si chiama la massima di Shannon.