GandCrab Ransomware Decryption Tool del tutto gratuito.

Come recuperare i file gratuitamente.

I ricercatori di Cybersecurity hanno rilasciato una versione aggiornata di GandCrab ransomware decryption tool che potrebbe permettere a milioni di utenti interessati di sbloccare gratuitamente i loro file criptati senza pagare un riscatto ai criminali informatici.
GandCrab è una delle famiglie di ransomware più prolifiche finora che ha infettato oltre 1,5 milioni di computer dalla sua prima apparizione nel gennaio 2018.
Creato da BitDefender, il nuovo strumento di decrittografia GandCrab [download] può ora sbloccare i file crittografati dalle ultime versioni del ransomware, dalla 5.0 alla 5.2, così come per le vecchie versioni del ransomware .



GandCrab Ransomware
GandCrab Ransomware

Come parte del progetto “No More Ransom”, BitDefender lavora in collaborazione con l’FBI, Europol, la polizia di Londra e diverse altre forze dell’ordine in tutto il mondo per aiutare gli utenti interessati al ransomware.

GandCrab

La società di sicurezza informatica negli ultimi mesi ha rilasciato strumenti di rimozione del ransomware per alcune vecchie versioni di GandCrab che hanno aiutato quasi 30.000 vittime a recuperare gratuitamente i loro dati, risparmiando circa 50 milioni di dollari in riscatti non pagati.
I creatori di GandCrab hanno recentemente annunciato il ritiro delle loro operazioni di Ransomware-as-a-Service (RaaS) che hanno permesso agli hacker criminali affiliati al crimine organizzato di estorcere più di 2 miliardi di dollari alle vittime.

“Mentre il numero è chiaramente esagerato, l’operazione GandCrab è stata abbastanza prolifica da ottenere entrate sufficienti per permettere ai suoi creatori di ritirarsi”, hanno detto i ricercatori di BitDefender. “Lo spegnimento sarà seguito dalla cancellazione di tutte le chiavi, lasciando le vittime incapaci di recuperare i dati riscattati anche se pagano un riscatto”.

“Lanciato nel gennaio 2018, GandCrab è diventato rapidamente lo strumento per gli hacker per i ransomware basati su affiliati, detenendo una quota del 50% di tutto il mercato dei ransomware entro la metà del 2018”, ha spiegato Europol.
“Impostato come modello di licenza ransomware-as-a-service, i distributori potevano acquistare il ransomware sui mercati del dark-web  e diffonderlo tra le loro vittime. In cambio, pagherebbero il 40% dei loro profitti agli sviluppatori di GandCrab e si terrebbero il 60% per se stessi”.

Quindi:

Attenzione alle e-mail di phishing – siate sempre sospettosi dei documenti inviati via e-mail e non cliccate mai sui link all’interno di tali documenti a meno che non ne verifichiate la fonte.
Backup regolare – Per avere sempre un controllo su tutti i tuoi file e documenti importanti, mantieni una buona routine di backup che fa le loro copie su un dispositivo di archiviazione esterno che non sempre è collegato al tuo PC.
Mantenere il software antivirus e il sistema aggiornati – Mantenere sempre aggiornati il software e i sistemi antivirus per proteggersi dalle minacce più recenti.