Aggiornamenti dei prodotti Microsoft : Un mese da dimenticare

La Mattanza

Aggiornamenti Microsoft
Microsoft

L’altro giorno, mi giunge una telefonata di un amico che mi chiede aiuto per un suo cliente. Questo povero disgraziato, aveva ed ha un server con S.O. della Microsoft per la sua azienda che lavora nell’ambito sanitario.

Il suo server, in maniera del tutto automatica è partito con gli aggiornamenti (mi hanno assicurato che avevano disabilitato gli aggiornamenti automatici). Il server si è spento per poi ripartire e far apparire la classica schermata che gli aggiornamenti non erano andati a buon fine e che il sistema faceva un recovery.

Pieni di fiducia e con animo sereno aspettano 2,5 ore e il sistema riparte. Si riparte per le isole Cayman con un biglietto di sola andata !

Le “applicazioni” non funzionavano più , dava continui messaggi di errore, rallentava e chiedeva di voler fare altri aggiornamenti. L’azienda a questo punto era FERMA!

Premetto che:

  • Il Server (hardware) è certificato per funzionale con Microsoft ed è una gran bella macchina !
  • L’azienda provvede regolarmente a fare Backup dei dati in maniera sana , consapevole e consistente.
  • Numero di dipendenti fermi 21.
  • avevano a disposizione un “muletto” per ripristinare tutto in 6/8 ore.
  • Era stata già avvisata l’azienda che produce il software gestionale.
  • Uno specialist di una azienda “partner” Microsoft che aveva effettuato l’installazione del servere/S.o stava venendo per un sopralluogo.

Specialisti in azione

I tecnici dell’azienda che produce in software gestionale in poco tempo si mettono a lavoro per ripristinare il tutto sulla macchina muletto e in 6 ore fanno ripartire l’attività economica del mio conoscente.

Lo specialist, dopo una attenta analisi della macchina bloccata (5 minuti) afferma che per essere sicuri che questo inconveniente non possa mai più verificarsi (manco se fosse Dio) era necessario effettuare nuove acquisizioni hardware con macchine più performati e bisognava “creare” un cluster e che il tutto era quantificabile in 12/15 K Eu di spesa.

In quei momenti di concitazione, giunge un collega dello skillato Microsoft, che con sana buonafede , alla presenza di tutti , risponde ad una telefonata di un cliente che era bloccato. Con serafica e ripeto sana buonafede chiede al suo collega il numero di un terzo Skillato Microsoft dato che doveva farsi carico di una richiesta di assistenza di un sistema cluster Attivo/Passivo in panne e che il cliente era su tutte le furie.

A questo punto, parte la mia risata (sempre in buonafede) e il mio amico mi segue a ruota (sempre in buona fede).

Faccio notare, a questo punto con cattivissima fede, che se il blocco dell’attività produttiva dell’azienda fosse stato causato dal software gestionale, quasi sicuramente , questa azienda sarebbe stata tirata in ballo per un risarcimento.

Il proprietario del centro “e a questi di Microsoft ?”…. rispondo: non puo’ per contratto chiedere risarcimenti a Microsoft. Forse ai partner che affermeranno che il problema e’ stato causato dagli aggiornamenti e quindi da Microsoft.

Non voglio dilungarmi sulle note legali di Microsoft. Ma sappiate che non potrete mai richiedere un risarcimento !!

Comunque questo mese è stato nefasto per Microsoft e i suoi clienti.

Quindi non dimenticate di effettuare gli aggiornamenti Microsoft ! 🙂

p.s.

Era troppo bella per non raccontarla !

G.P.